M27 acquisita con il Seestar

Foto nebulose: M42, NGC7000, M57, ecc.

Moderatore: Sirio

Rispondi
Avatar utente
silvastro
Utente ADIA entry level
Messaggi: 45
Iscritto il: gio apr 21, 2022 10:35 pm
Residenza: Bari - Palese

M27 acquisita con il Seestar

Messaggio da silvastro »

Buongiorno a tutti, mi permetto di pubblicare un'immagine di M27 acquisita ieri sera in uno squarcio di cielo sereno con il mio Seestar s50.
L' immagine che pubblico è il risultato dell'impilamento dei singoli files .fit ottenuto nelll' apposita sezione presente nell' app e leggermente modificata sempre con l' app Seestar senza fare ricorso (per adesso) ad altri software di elaborazione.
Sono riuscito ad ottenere 108 immagini da 10" al netto dei files scartati direttamente da Seestar, quindi in un tempo totale di circa 20-22 minuti.
Le condizioni del cielo non erano tra le migliori e l' oggetto era ancora abbastanza basso verso le 22.00- 22.30.
Sono consapevole che il risultato tecnico non è dei migliori, ma la mia soddisfazione è quella di aver potuto "fare la conoscenza" di M27 sotto il mio cielo di Palese e dal balcone di casa. E voglio aggiungere che è stato ottenuto con una preparazione di meno di dieci minuti dalla decisione, dopo aver visto il cielo, di portare fuori il Seestar all' inizio dell' acquisizione vera e propria.
Vi ringrazio e chiedo scusa per la prolissità.
Allegati
1716976879208.jpg
E quindi uscimmo a riveder le stelle (Inferno XXXIV, 139) con Binocolo Oberwerk BT82XL HD - Dobson Gso Deluxe 8" - TS PHOTOLINE 110/770 mm - Zwo Seestar S50
Avatar utente
Giuseppe Oliva
Utente ADIA entry level
Messaggi: 22
Iscritto il: lun lug 08, 2019 1:54 pm
Residenza: Polignano a Mare (Bari)

Re: M27 acquisita con il Seestar

Messaggio da Giuseppe Oliva »

Risultato ottimo per uno scatto urbano. Complimenti! :wink:
_________

Giuseppe Oliva
Avatar utente
Riccardo Giuliani
Site Admin
Messaggi: 7202
Iscritto il: mer ott 04, 2006 10:32 am
Residenza: Polignano a Mare (Bari)
Contatta:

Re: M27 acquisita con il Seestar

Messaggio da Riccardo Giuliani »

---

Descrivere bene è sempre un piacere, per noi che leggiamo.
.
Le condizioni "cittadine" , come ha accennato Beppe, non permettono risultati consoni.
Inoltre anche la cattura, attraverso un umile 50 mm., non può fornire foto da :shock:
.
Complimenti comunque.
La versatilità del "piccolino" è indiscussa, ma con tempi che, in questo caso,
dovevano essere un tantino lunghetti.
Causa inquinamento luminoso, ed oggetto basso, forse conveniva aumentare il tempo per ogni fotogramma.
Puoi fare, in futuro, un test comparativo, giusto per assaporare l'eventuale differenza.
.
Ho provato a tirare ancor la fotina (dopo la post-elaborazione automatica del sistema), ma compare un gradiente. Probabilmente dovuto alla bassa altezza sull'orizzonte.
Ovviamente, tirando ancora, aumenta il rumore totale.
Curiosità: com'è andata con i FLAT?
Attendiamo ancora altri TEST su M27 in condizioni similari di allocazione, con fotogrammi più
"lungi" in esposizione. Giusto per piacevoli confronti.
.
M27 Seestar, veloce, ulteriore post-elab.
M27_Seestar_elaborazione_Forum_ADIA_Astronomia.JPG
...
Cieli e giorni sereni - Riccardo Giuliani
.
http://www.aeritel.com - Telescopi & dintorni

Immagine
Avatar utente
silvastro
Utente ADIA entry level
Messaggi: 45
Iscritto il: gio apr 21, 2022 10:35 pm
Residenza: Bari - Palese

Re: M27 acquisita con il Seestar

Messaggio da silvastro »

Grazie Riccardo, il Seestar ha possibilità di usare tempi da 10, 20 e 30 secondi per ogni posa, ma penso che il metodo più efficace dovrebbe essere l'aumento del numero di esposizioni e quindi del tempo totale di acquisizione.
Questi due mesi di possesso e utilizzo del Seestar mi sto dedicando a quello che io riesco ad ottenere "così com'è", per poi provare a migliorare l'acquisizione degli oggetti più interessanti sia aumentando il numero di esposizioni che approfittare di cieli migliori e diversi da quello 'casalingo di tutti i giorni".

Il Seestar non permette di fare dark o flat separatamente, ma inserisce automaticamete i dark prima dell'inizio di ogni sessione di scatto.

Quello che forse può servire a migliorare la resa su alcuni oggetti è la possibilità di montare esternamente dei filtri specifici da 2". Ma questo è un aspetto che sto approfondendo perchè non ne so molto e, anzi, mi farebbe piacere ricevere dei consigli su quali sarebbero i filtri selettivi più utili per ogni tipologia di oggetto.

In questi giorni però si tratta solo di teoria... visto che il meteo non ci accompagna e il Seestar si rifiuta si scattare anche solo con cieli appena velati😩😩
E quindi uscimmo a riveder le stelle (Inferno XXXIV, 139) con Binocolo Oberwerk BT82XL HD - Dobson Gso Deluxe 8" - TS PHOTOLINE 110/770 mm - Zwo Seestar S50
Rispondi

Torna a “NEBULOSE diffuse, oscure e planetarie”